10 settembre 2011

Fatwa sulle aste.

L'Islam permette l'asta e non la vieta, secondo l'opinione più corretta degli studiosi più noti. Questo si basa sui seguenti punti:

I:

Jaabir ha detto: Un uomo decise che il suo schiavo sarebbe stato liberato dopo la sua morte, ma poi aveva bisogno di soldi, per cui
il Profeta (pace e benedizione su di lui) prese lo schiavo e gli disse: "Chi comprerà questo schiavo da me? Nu'aym ibn Abd Allah lo comprò, e il Profeta (pace su di lui) gli rese lo schiavo.

(riportato da al-Bukhari, Muslim e 2034, 997).

Al-Bukhari ha incluso questo hadith in un capitolo intitolato l'asta.

Ibn Hajar ha detto: Ibn Battal ha dichiarato che la domanda del Profeta (pace su di lui) in questo hadith: "Chi comprerà questo schiavo da me? indica che l'intento era quello di offrire al miglior offerente in modo che i bisogni dell'uomo in bancarotta (per il quale stava cercando di vendere) poteva essere raggiunto.

(Fath al-Bari, 4 / 354).

2. Ataa, dichiarò: "Ho incontrato gente che non vedeva nulla di male nel vendere un bottino al miglior offerente. (Riportato da al-Bukhari nel Kitab al-Buyoo (vendite di libri), Bay 'alMuzaayadah (capitolo: l'asta).

II:

Evidenza razionale: in un'asta, il venditore offre la sua merce in vendita e l'acquirente si offre di comprarle ad un prezzo. Se il venditore non accetta questo prezzo, è la fine della questione e non vi è alcuna transazione.

Il venditore a questo punto dirà: "Chi offre di più?" Un secondo acquirente in grado di offrire un prezzo più alto, farà la sua offerta e così via. In questo caso, ogni offerta è un contratto separato e indipendente, e non c'è niente di sbagliato in questo.

III:

Alcuni ricercatori, come al-Oozaa'i e Raahawayh ibn Ishaq hanno detto che le aste possono essere utilizzate solo per la vendita di bottini e di proprietà ereditate. La loro testimonianza è stata la seguente hadith:

"Il Messaggero di Allah (benedizione e pace su di lui) ha proibito qualcuno di voi di cercare di spodestare l'altro, ad eccezione dei casi
di bottino e di proprietà ereditata.

(Riportato da Ahmad, 5398; al-Daraqutni, 3 / 11, al-Bayhaqi, 5 / 344; al-Tabarani ad al-Awsat, 8 / 198).

IV:

La risposta a questa visione è la seguente: L' hadith è debole, in quanto include ibn Abd Allah Lahee'ah. L' hadith di Jaabir è generale, e la decisione è di applicazione generale.
Questo è il motivo per cui Imam al-Tirmidhi ha detto:

Sulla base degli ahadith di Jaabir, alcuni ricercatori non vedo niente di male nel vendere bottini o proprietà ereditate al miglior offerente.
Ibn al-'Arabi (che Allah abbia misericordia di lui) ha detto:
Non ci sono restrizioni sulle aste solo per questi due tipi di proprietà ereditate. Non c'è differenza tra questi prodotti e gli altri, sono tutti uguali. (Vedi Fath al-Bari, 4 / 354).

V:

Non c'è contraddizione tra le aste e un uomo che cerca di spodestare suo fratello, che è vietato secondo l'hadith di Abu Hurayrah: "Il Messaggero di Allah (pace e benedizioni su di Lui) vietò un cittadino di vendere a un beduino, ed Egli ci proibì di gonfiare artificialmente i prezzi e di fare un'offerta più alta altri" (Narrato da al-Bukhari, 2033 e da Muslim, 1413) ..

Che cosa si intende in questo hadith è quando il compratore e venditore hanno raggiunto un accordo e negoziano il prezzo, e il terzo arriva e cerca di annullare la transazione. Ma questo non vale per le aste, perché in un'asta è il venditore che annulla l'operazione
richiedendo chi è in grado di offrire di più, le persone che sono presenti in un'asta sono già coinvolti, e tutti è consapevoli che chiunque può aumentare il prezzo.

VI:

L'avvertimento a non impegnarsi in prezzi artificialmente gonfiati con intento fraudolento. In arabo la parola "nasjh" significa causa , è anche usato per descrivere l'azione del insistenza di un uccello ad
entrare in una trappola. Si riferisce a spingere a cadere nella trappola in modo che il venditore acquista ad un prezzo gonfiato.

Questo viene fatto da un altro uomo che ha partecipato alla vendita che fa grandi offerte anche senza volerlo acquistare, per aumentare il prezzo. Se questo viene fatto in accordo con il venditore o non, è vietato dalla Hadith:

"Il Messaggero di Allah ( Pace e benedizioni su di lui la salvezza) ha proibito l'inflazione artificiale dei prezzi."
(Riportato da al-Bukhari, 2035 e Muslim 1516).

Conclusione: L'asta è uno dei tipi di vendite che siano previste dalla legge islamica (Sharia). E lo è anche il consenso dei musulmani nei loro mercati.

Islam Q & A
Sheikh Muhammed Salih Al-'Uthaymeen
Fatwa n °. - 7294

Jazak Allahu khairan alla sorella Lamia per la segnalazione della fatwa e per la sua traduzione.

1 commento:

k.sakinah ha detto...

Assalemu aleikum sorella, barakallahu fik!
Uso Ebay, ma non mi ero mai posta il problema...
Alhamdulillah che si può!
A presto insha Allah cownfi♥ ♥ ♥..

salem